Internet, tecnologia e vino: dove si possono incontrare queste tre cose

Internet, tecnologia e vino: dove si possono incontrare queste tre cose

 

Ho avuto un’altra idea, ci risiamo. D’altronde la mia gioventù mi ha sempre abituato a tenere la mente attiva, ad immaginare nuove frontiere perché tanto non costa nulla, mentre la maturità mi ha insegnato a realizzarle.

Ma tralasciamo parentesi filosofiche. Ho recentemente scoperto la potenzialità dei codici QR, avete presente quei curiosi geroglifici quadrati che a volte si trovano sul retro di qualche prodotto? Non mi ero mai posto troppe domande al riguardo in quanto il mio mondo era abbastanza “1.0” anche se non ho mai disprezzato la tecnologia, ma è stato con l’avvio di questa avventura che porta il nome di Bevandeadomicilio.com, che mi ha insegnato tante cose nuove come questa, che mi sono interessato.
Dunque, cos’è un codice QR? Il funzionamento ricorda quello di un codice a barre, ma invece di avere al suo interno un semplice codice numerico utile soltanto ai venditori può portare un qualsiasi testo e per decodificarlo basta uno smartphone con una delle decine di applicazioni (anche gratuite) in grado di interpretarlo. Sia che noi vogliamo scrivere “ciao” o cose ben più serie questi codici sono al nostro completo servizio e per generarne uno basta fare una rapida ricerca su Google, chiunque può farlo.

 

 

Intestazione bevande a domicilio
Anche noi di Bevandeadomicilio.com utiliziamo i codici QR sulle intestazioni.

 

Li trovo molto interessanti, un mezzo di comunicazione universale per i nostri dispositivi. Ci permette di scambiare informazioni molto velocemente da un mezzo all’altro senza bisogno di particolari e complicati collegamenti, sia esso impresso a monitor, su un biglietto da visita o sul retro di un prodotto che stiamo comprando al supermercato: punti il telefono ed il messaggio è davanti a te. Ma non solo, questi codici possono contenere indirizzi internet (e spesso vengono usati per questo) dandoci immediato accesso a tutte le informazioni.
Aimè però, molto spesso questi codici vengono pesantemente sottovalutati e relegati semplicemente all’apertura del generico sito internet della ditta… Digressione personale, sono capace anche da solo di digitare ilmiosito.it sul telefono e forse avrei fatto anche più alla svelta che non a cercare di centrare il codice con la fotocamera. Può aver senso su materiale pubblicitario o per un biglietto da visita, ma campeggiante su un prodotto mi aspetto altri tipi d'informazione.

L’idea che nominavo nelle prime cinque parole di questo articolo è scaturita l’altro giorno mentre scrutavo una bottiglia di lambrusco Otello Ceci che appunto riporta uno di questi codici e non so il perché decido di scannerizzarlo. Meraviglia! Non mi si è aperto semplicemente il sito delle cantine Ceci, ma la scheda del vino in questione corredata di tutto punto con fotografia, denominazione, video esplicativo delle sue proprietà ed altre informazioni ancora.

 

 

Ceci Otello NeroDiLambrusco 1813 codice QR
Ceci permette l'accesso immediato alle informazioni mediante un codice QR posizionato sul retro della bottiglia.

 

 
Ceci ha fatto quel che ho sempre sperato facessero più produttori, una tecnologia semplice e veloce al servizio della mia informazione.
Sul lato enologico trovo che la cosa sia ancora abbastanza embrionale dove Ceci è una piacevole eccezione, ma sogno il giorno in cui queste schede saranno completamente corredate da capo a piedi con anche dei video dove viene mostrata per esempio la potatura o la fasi ancor più belle della raccolta e successivamente la pigiatura.
Sarebbe bellissimo…
Scrivo questo perché sono un amante del vino e delle sue fasi di lavorazione e penso che molte altre persone come me abbiano interesse a vedere le varie fasi di lavorazione in vigna, la potatura, la pigiatura o ancor più avanti della fermentazione magari con un passaggio in barrique. Questo sarebbe un valore aggiunto per apprezzare ancora di più il prodotto in bottiglia che si ha davanti, derivante dal lavoro e dal sacrificio di chi lavora giorno dopo giorno dalla vigna all’imbottigliamento.

Tutto questo potere comunicativo racchiuso in un semplice quadrato nero e bianco alto un paio di centimetri alla portata di tutti.

Leave a Reply

* Name:
* E-mail: (Not Published)
   Website: (Site url withhttp://)
* Comment:
loader
Attendere, grazie