Birre artigianali italiane: quali sono le migliori?

Birre artigianali italiane: quali sono le migliori?

Negli ultimi anni abbiamo assistito ad una vera e propria esplosione dei birrifici artigianali: una volta piccoli e sparuti con mezzi discutibili e a volte improvvisati, piccole aziende su cui in realtà pochi avrebbero scommesso agli albori, sono oggi riuscite a ritagliarsi la propria nicchia di mercato ed alcune sono diventate delle aziende di tutto rispetto per via di fatturato ed impiegati.
Poche però riescono nell’arduo compito di varcare i confini geografici della propria zona per arrivare su tutto il territorio nazionale (o anche quello estero), d’altronde spesso e volentieri questo genere d'imprese vedono spesso un organico di una decina di persone nel migliore dei casi e come sarebbe quindi possibile promuovere in zone sempre nuove e su scala sempre più vasta il proprio prodotto? Purtroppo le birre artigianali italiane sono spesso costrette alla loro area geografica di appartenenza.
Ma grazie ad uno strumento come internet anche i piccoli birrifici possono farti sentire e vendere i loro prodotti: non è più necessario essere presenti nei supermercati ed ipermercati, nella cosidetta GDO (Grande Distribuzione Organizzata), per riuscire a vendere il proprio prodotto ed anzi è difficile entrare in questi canali e soddisfare tutta la richiesta che ne deriva mantenendo il livello di qualità. Basta una connessione internet ed una visita ai motori di ricerca per trovare la birra che abbiamo assaggiato una volta a quella fiera di cui però ci siamo scordati di chiedere l’indirizzo.

Ma in mezzo a tutto questo mare di etichette e marchi nuovi fiammanti, quali sono le migliori birre artigianali italiane? E’ una domanda a cui è difficile rispondere in realtà, prima di tutto si entra nella sfera dei giudizi e gusti personali che sono difficile da scavalcare anche per un critico esperto (non a caso quando c’è qualche concorso si punta sul grande numero di giurati per cercare di sopperire ed avere un giudizio sempre il più ampio possibile), e seconda cosa è difficile dire di averle assaggiate tutte per i motivi che citavamo proprio nel paragrafo sopra: la limitazione alla propria area geografica ed il nascere di nuove etichette.

Non pretendiamo di saper rispondere pienamente alla domanda, ma noi di bevandeadomicilio.com abbiamo selezionato un paio di etichette di birre artigianali italiane con una rosa di prodotti abbastanza ampia, che speriamo possano accontentare i gusti di tutti. Vediamo dunque qui di seguito le migliori birre artigianali italiane… Secondo noi!

Birra artigianale Statale 343: cominciamo volutamente dal più piccolo sperando di dare maggiore visibilità. Statale 343 è un marchio di birra artigianale prodotto dall’Azienda Agricola Igor Bottarelli che si trova in provincia di Mantova, nei suoi campi di proprietà orzo, luppolo e tutti gli ingredienti necessari alla creazione della birra quali le spezie vengono coltivati con metodi biologici ed infatti tutte le birre recano il logo di certificazione biologica.
Statale 343 è partita dalle sole birre dunkel weizen e bionda (chiamate “Terrae Tempesta) ma oggi produce anche una Season (chiamata Ombra”), una bianca (chiamata “Alba”) ed una rossa (“Fiamma). Tutte le birre non sono né pastorizzate né filtrate al fine di lasciare il gusto il più naturale ed immutato possibile, caratteristiche che ricorre spesso nelle birre artigianali.

Birra artigianale Ceci: per chi non lo sapesse, Cantine Ceci è un’azienda di Torrile (Parma) particolarmente famosa per la produzione del lambrusco, ma in tempi recenti si è lanciata nella produzione di alcune birre artigianali. Nascono così la birra bionda “oro, la birra ambrata “bronzo, la birra season “camou e la birra bionda puro malto d’orzo “kiodo. Tutte le birre non sono pastorizzate né filtrate e hanno visto una piccola rifermentazione in bottiglia.

Birra artigianale Baladin: Baladin è un birrificio artigianale che non ha quasi bisogno di presentazioni, è uno dei pochi che si è fortemente affermato su tutto il piano nazionale riuscendo a superare ormai da tempo la propria zona geografica di Piozzo (Cuneo). Nella sua storia ormai ventennale è arrivata a produrre molte tipologie di birre, dalla bianca alla rossa più corposa come la Isaac, la Wayan, la Nazionale o la Nora, ma anche a sperimentare alcune creazioni piuttosto originali come la Xyauyù.
Anche per la Baladin tutte le birre non sono pastorizzate e filtrate e vedono un periodo di rifermentazione in bottiglia.

Questa è la nostra selezione di birre artigianali italiane, speriamo possa essere di gradimento ai nostri lettori, abbiamo cercato di prendere uno spettro di prodotti abbastanza ampio partendo da un piccolo produttore biologico locale, passando per una ditta mediamente conosciuta nel campo delle birre fino ad arrivare ad una delle più famose nell’attuale panorama italiano.

Leggi anche...

Curioso di saperne di più? Consulta il nostro articolo sulle differenze sugli stili di birra.

Leave a Reply

* Name:
* E-mail: (Not Published)
   Website: (Site url withhttp://)
* Comment:
loader
Attendere, grazie